giovedì 5 novembre 2009

Dal libero arbitrio al bosone di Higgs

Questo è un interessante intervista a Vittorio Marchi - Fisico.
Buona Visone.

3 commenti:

francesco ha detto...

Ho visto i primi 5 minuti dell'intervista e non ho potuto andare oltre perchè la domanda che nasce è perchè in un blog che tratta di quarta via si mette in evidenza un filmato che afferma che l'uomo è libero di scegliere?
nella quarta via viene continuamente sottolineata la schiavitù dell'essere umano tanto alle leggi quanto alla programmazione.
La domanda non dovrebbe essere se siamo liberi ma a quale ordine dei leggi vogliamo assoggettarci, quelle meccaniche o quelle coscienti.
Il resto mi sembra solo mal di testa intellettuale

Doc ha detto...

Un gran bel video, grazie Enzo... e me lo sono guardato tutto... curioso come la gente giudichi le cose dopo solo 5 minuti... come legga la copertina di un libro e sappia già cosa è contenuto all'interno...
Beh, un super-illuminato di quarta via questo lo può fare sicuramente. Chiedo scusa, ma oggi ho le "palle girate" ahahahhahahah (Ops... ho appena confermato che non sono ancora in grado di trasmutare in pieno le mie emozioni negative) :)

Enzo ha detto...

Caro Francesco,
mi spiace che tu non sia riuscito ad andare oltre i primi cinque minuti di questo interessante video, questo dimostra un tuo pregiudizio che può creare un limite alla possibilità di comprendere.
La ragione per cui reputo un video come questo qualcosa di interessante e per cui ho deciso di condividerlo è che Mr. Marchi espone chiaramente il concetto di unità di quello che esiste. Questo concetto non è in alcun modo in conflitto con le idee della Quarta Via anche se non usa i termini specifici del sistema. Cerco di spiegarmi con un esempio partendo dalla tua osservazione sul libero arbitrio. Mr. Marchi dice che il libero arbitrio esiste simultaneamente al suo opposto e che dipende da noi renderlo reale. In collegamento con questo la Quarta Via dice che l'uomo può svegliarsi ma che nella condizione in cui si trova non è sveglio. In questo concetto l'uomo sveglio e quello addormentato sono solo due condizioni diverse di un unica realtà molto più vasta, ed in questo non c'è nessuna contraddizione con quello espresso ma Mr. Marchi. E' utile ed indispensabile poter attingere a tutto quello che ci può aiutare in questo percorso, in fondo è stato Mr. Gurdjieff a dire che possiamo imparare da tutto, no?
Forse se ti fossi preso la briga di vedere il video piuttosto che giudicarlo negativamente avresti trovano in esso qualcosa di utile, ti torno a dire con sincerità di fare attenzione al pensiero preconcetto, rischi di perdere tante buone occasioni.
A presto,
Enzo